In Romania la rivoluzione nonviolenta dei figli della rivoluzione affossa l’astro nascente del giovane-vecchio Ponta.

Sono tanti, in migliaia, forse una dozzina di migliaia, sono giovani, sorridenti, certo determinati, ma i loro volti non tradiscono rabbia o odio: sono i ragazzi e le ragazze di Bucarest che si sono dati appuntamento in Piazza dell’Università, la loro piazza, ma anche uno dei luoghi simbolo dove si erano adunati altri giovani, i loro genitori, 25 anni fa, quando molti di … Continua a leggere